M

Questo sito fa uso di cookie tecnici per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per maggiori informazioni si veda la Cookie Policy.

Anatocismo: Nuovo art. 120 T.U.B. – divieto di anatocismo non operativo in assenza della necessaria delibera CICR di attuazione

Tribunale di Bologna, 9 dicembre 2015

Deve ritenersi conforme al disposto di legge il contegno dell’istituto che abbia conservato – a seguito della riforma dell’art. 120 TUB – la previsione di clausole anatocistiche nei propri moduli contrattuali e fogli informativi. La formulazione (pacificamente infelice) della nuova disposizione, che rimanda ad una delibera CICR per la determinazione delle modalità e dei criteri per la produzione di interessi, deve far ritenere il divieto di anatocismo non immediatamente operativo, imponendolo sia il disposto di cui all’art. 161, 5° comma, TUB che ragioni di uniforme applicazione della normativa secondo regole precise per tutti (istituti bancari ed utenti)”.

“E’ lo stesso art. 120 TUB che rimanda ad una delibera CICR le modalità ed i criteri per la produzione di interessi, sia pure con i limiti posti da essa normativa primaria, in stretta aderenza al disposto di cui all’art. 161, 5° comma, TUB (non modificato), in forza del quale “Le disposizioni emanate dalle autorità creditizie ai sensi di norme abrogate o sostituite continuano ad essere applicate fino all’entrata in vigore dei provvedimenti emanati ai sensi del presente decreto legislativo”, con ciò sancendo che in tale materia l’iter legislativo non può essere definito/completato se non all’esito dell’emanazione anche della normativa secondaria”.

Data di pubblicazione
4.01.2016
Argomento trattato

Iscrizione Newsletter

Share