M

Questo sito fa uso di cookie tecnici per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per maggiori informazioni si veda la Cookie Policy.

Contributi previdenziali per soci amministratori di s.r.l.: l’obbligo di doppia iscrizione non è automatico.

La doppia iscrizione alla Gestione Commercianti e Separata presso l’I.N.P.S. è obbligatoria per il socio amministratore di S.r.l. solo quando questi sia stabilmente impiegato nella società con mansioni di tipo esecutivo il cui apporto risulti preponderante rispetto agli altri fattori produttivi. Vi sono tuttavia dei soggetti che vengono a trovarsi in una posizione “ibrida”, come il caso del socio di società a responsabilità limitata che eserciti attività commerciale e, contemporaneamente, svolga attività di amministratore, anche unico.

In merito all’obbligo di doppia contribuzione per tali soggetti, non sempre il Tribunale ha risolto in modo univoco, a causa dell’eterogeneità dei singoli casi concreti. Il consequenziale contenzioso previdenziale ha invece dato luce ad un prevalente indirizzo giurisprudenziale fondato sul criterio della prevalenza, secondo cui colui che nell’ambito di una società a responsabilità limitata svolga attività di socio amministratore e socio lavoratore ha l’obbligo di chiedere l’iscrizione esclusivamente nella gestione in cui svolge l’attività con carattere di abitualità e prevalenza.

Data di pubblicazione
7.05.2014
Argomento trattato

Iscrizione Newsletter

Share