M

Questo sito fa uso di cookie tecnici per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per maggiori informazioni si veda la Cookie Policy.

Soppressione del posto di lavoro e giustificato motivo oggettivo di licenzimento: Tribunale di Milano, Sent. n. 1054 del 05 maggio 2016

Sussiste il giustificato motivo oggettivo di licenziamento quando il datore di lavoro, peraltro in comprovata situazione di difficoltà finanziaria, abbia soppresso il posto di lavoro ad affidato l’attività ad una ditta esterna al fine di ridurre i costi.

Il fatto che il dipendente non abbia neanche indicato a quali diverse mansioni avrebbe potuto essere adibito esonera il datore di lavoro dall’onere di provare l’impossibilità di adibizione a mansione alternativa.

File correlati:
Trib. Milano, sent. n. 1054/2016

Data di pubblicazione
6.05.2016
Argomento trattato

Iscrizione Newsletter

Share