M

Questo sito fa uso di cookie tecnici per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per maggiori informazioni si veda la Cookie Policy.

Trib. Agrigento n. 1466-2014

“Costituisce mobbing la condotta del datore di lavoro, sistematica e protratta nel tempo, tenuta nei confronti del lavoratore nell’ambiente di lavoro che si risolva, sul piano oggettivo, in sistematici e reiterati abusi, idonei a configurare il cosiddetto terrorismo psicologico, e si caratterizzi, sul piano soggettivo, con la coscienza ed intenzione del datore di lavoro di arrecare danni – di vario tipo ed entità – al dipendente medesimo […]  Ne consegue che incombe al lavoratore che lamenti di avere subito. a causa dell’attività lavorativa svolta, un danno alla salute. l’onere di provare l’esistenza di tale danno, come pure la nocività dell’ambiente dì lavoro, nonché il nesso tra l’uno e l’altro e solo se il lavoratore abbia fornito la nrova di tali circostanze sussiste per il datore di lavoro l’onere di provare di avere adottato tutte le cautele necessarie ad impdire il verificarsi del danno e che la malattia del dipendente non è ricollegabile alla inosservanza di tali obblighi”

Data di pubblicazione
26.11.2014
Argomento trattato

Iscrizione Newsletter

Share