M

Questo sito fa uso di cookie tecnici per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per maggiori informazioni si veda la Cookie Policy.

Tribunale di Milano, 29 ottobre 2012 n. 11798

In presenza di un contratto di factoring con accollo in capo al factor cessionario del rischio di inadempimento del debitore ceduto (cd. factoring pro-soluto), la clausola delle condizioni generali che contempli la decadenza della garanzia nei casi in cui il debitore ceduto adduca, a motivo del proprio inadempimento, contestazioni sulla merce fornita dal cedente è pienamente valida ed efficace. In tali ipotesi il factor cessionario, in via eccezionale, si assume il rischio di insolvenza del debitore e non quello del mancato pagamento che dipenda da fatti direttamente riconducibili all’inadempimento del cedente stesso, senza che a nulla rilevino eventuali indagini del factor sulla fondatezza delle contestazioni stesse.

File correlati:
tribunale-di-milano-29-ottobre-2012-n-11798

 

 

Data di pubblicazione
29.10.2012
Argomento trattato

Iscrizione Newsletter

Share